- Autore: Ester Aloisio
Welfare diversificato: come arrivarci

Il welfare deve diversificarsi in base ai bisogni dei singoli per essere efficace. Equo non significa uguale.

La normativa sancisce che è possibile attuare piani di welfare in una logica di libertà: l’azienda stanzia liberamente un welfare budget a favore di tutti i dipendenti beni e servizi in sostituzione del premio produttività o di alcune parti variabili della retribuzione.

Nel primo caso si avrà un vantaggio fiscale per l’azienda e per i dipendenti, nel secondo si avranno vantaggi solo per alcune voci.

La difficoltà sta nel sedersi insieme e ridisegnare, non convertire, la compensation sotto forma di benefit.

Le soluzioni welfare sono oggi alla portata di tutti, ma devono essere sistematizzate per non rimanere iniziative occasionali attivate dai soliti imprenditori generosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *